Sottoporsi ad un intervento di chirurgia per un glaucoma in Emilia Romagna o in altre regioni è, in molti casi, l’unico rimedio efficace per fronteggiare questo pericoloso stato patologico che riguarda l’apparato oculare, e l’Emilia Romagna è certamente da considerarsi un vero e proprio punto di riferimento per quanto riguarda queste delicate operazioni chirurgiche.

Cos’è il glaucoma?

Il termine glaucoma indica una gamma piuttosto vasta di problematiche che possono riguardare gli occhi; si può certamente affermare, comunque, che il glaucoma è una patologia legata a dei danneggiamenti del nervo ottico.
Le cause per cui insorgono queste problematiche sono in parte sconosciute, e dipendono in buona parte anche da fattori ereditari; nella grande maggioranza dei casi, comunque, il glaucoma è messo in relazione ad un’eccessiva pressione intraoculare.

le terapie e la chirurgia del glaucoma in emilia romagna

Perché è pericoloso?

Il glaucoma è sicuramente una patologia molto pericolosa: i danni ai nervi ottici infatti, se non trattati per tempo ed in modo adeguato, possono causare dei problemi molto seri all’apparato visivo, comportando anche, nei casi più gravi, stati di ipovisione o di totale cecità.
A rendere ancor più critica questa patologia vi è il fatto che, nella grande maggioranza dei casi, è del tutto asintomatica, per tale ragione si tende spesso ad intervenire chirurgicamente quando oramai la situazione è compromessa.
A tal riguardo, dunque, è opportuno ricordare che dei periodici controlli sono vivamente consigliati.

La soluzione chirurgica

Si può ben intuire, vista la complessità di questa patologia, come questi interventi chirurgici richiedano un livello di accuratezza davvero molto elevato, ed i centri specializzati in interventi di chirurgia per glaucoma in Emilia Romagna possono offrire ai loro pazienti delle solide garanzie.
Come detto, l’intervento chirurgico non è l’unica soluzione tramite cui si può fronteggiare il problema, tuttavia per i casi più gravi, o comunque nei casi in cui il problema abbia ormai causato dei danni importanti all’apparato visivo, è la sola opzione che si presenta.

Le diverse tipologie di intervento

Le tipologie di interventi chirurgici per il contrasto al glaucoma sono diversi, e sono tuttavia accomunati da un obiettivo: ridurre la pressione interna dell’occhio favorendo il deflusso dell’umore acqueo, liquido organico che si trova esattamente tra la cornea ed il cristallino.
Il chirurgo può scegliere, valutando attentamente il singolo caso, di impiantare delle valvole, di allargare i canali di deflusso, oppure anche di crearne di nuovi.
Tutti questi interventi vengono eseguiti in anestesia locale o generale, e possono richiedere un ricovero.

Il post-operazione

In tutti i casi, ovviamente, sarà compito del medico chirurgo suggerire con la dovuta accortezza tutti gli accorgimenti da rispettare nel postoperazione: in genere viene chiesto al paziente, nei giorni seguenti all’intervento, di applicare degli appositi colliri, di evitare di compiere degli sforzi fisici, di sollevare pesi, di guidare e di svolgere altre attività che, nella sua momentanea condizione, potrebbero comportare del pericolo.
Può accadere che, nei giorni seguenti l’operazione, la vista non sia impeccabile, e che si presentino delle sensazioni di abbagliamento; si tratta, ad ogni modo, di problematiche che si risolvono autonomamente, nell’arco di breve tempo.

In conclusione, il glaucoma è un problema dell’apparato visivo piuttosto importante, ed i più moderni interventi chirurgici garantiscono elevate probabilità di successo; i centri specializzati in chirurgia per glaucoma in Emilia Romagna sono considerati tra i migliori della nazione.