La polizza auto e nello specifico l’RCA è quella che permette ad ogni soggetto di circolare con la propria automobile ed è composta da un’unica parte obbligatoria e tante coperture aggiuntive che si possono aggiungere nel momento della stipula del contratto ed in alcuni casi anche successivamente.

L’RCA è la responsabilità civile che non è solo obbligatoria ma copre anche tutti gli eventuali danni causati nei confronti di terzi e dei loro mezzi; le garanzie definite accessorie sono quelle che servono per proteggersi da eventi imprevisti come nel caso in cui si parli di furto ed incendio.

La garanzia Kasko è probabilmente quella che molto spesso si capisce meno ma che ha un significato estremamente semplice per l’assicurato: infatti, copre tutti quei rischi che derivano dalla circolazione del veicolo a prescindere dalle responsabilità che il conducente ha: non esiste però solamente la Kasko a valore intero particolarmente cara perché prevede il rimborso intero delle spese, ma ne esistono delle varianti meno costose.

A primo rischio assoluto, a primo rischio relativo, oppure nella versione mini-kasko; la tutela legale è quella copertura assicurativa in grado di tutelare il soggetto assicurato nel caso in cui ci siano delle controversie giudiziali, non solo nel caso in cui siano danni causati da terzi oppure per tutelare i propri diritti.

E nel caso in cui si voglia proteggere la propria auto anche dagli agenti atmosferici e dai disastri naturali? C’è una copertura assicurativa specifica anche per questo (come ad esempio per grandine, alluvioni o simili); lo stesso vale anche nel caso di atti vandalici perché vengono coperti solo da una clausola alternativa per gli assicurati, controllando nel dettaglio quali quali eventi vengono inclusi nel contratto della polizza auto.

E se a subire danni da terzi sono i vetri della nostra auto? Dovremmo stipulare in questo caso un contratto per polizza auto cristalli, mentre se si parla di assistenza di ogni tipo al conducente di solito viene inclusa a prescindere in una qualunque polizza assicurativa per l’auto.

La Carta Verde è uno strumento molto utile da affiancare alla stipulazione del contratto per la polizza auto perché permette ad ogni soggetto di circolare con il proprio mezzo anche al di fuori dei paesi dell’Unione Europea: il premio assicurativo è quello che viene pagato alla compagnia assicurativa, così come c’è una nuova procedura chiamata di risarcimento diretto che menziona nel dettaglio quali sono i casi in cui si può essere risarciti direttamente dal proprio assicuratore.