La Juventus è il calcio

Un club che è diventato una nazionale

Quando si parla di calcio in Italia si parla di Juventus, è inevitabile. È la squadra che ha vinto più scudetti e che ha i tifosi distribuiti lungo tutt’Italia a differenza delle altre società che hanno il cuore pulsante del tifo nelle città in cui sono nate.

Per questo suscita sentimenti contrastanti ma sempre intensi, tutto ciò che accade intorno all’orbita bianconera è motivo di dibattito e di approfondimento. La Juventus è nata nel 1897 e da allora non ha mai più smesso di vincere.

La svolta che ne segna la storia arriva nel 1923 quando Edoardo Agnelli ne assume la presidenza. Da quel momento in poi Agnelli e Juventus calcio sono uniti fino al punto di non potere nominare una senza pensare all’altra. Durante la prima parte della sua storia ha affrontato i terribili rivali del grande Torino, il derby della Mole è diventato così uno degli imperdibili appuntamenti nella storia del calcio italiano.

La storia della nazionale di calcio è profondamente legata alla Juventus. Infatti i blocchi di giocatori della Juventus hanno costituito l’ossatura di moltissime delle nazionali, comprese quelle che hanno vinto i titoli mondiali nel 1982 e nel 2006.

La maglia dei campioni

Gli uomini che hanno fatto la storia del calcio

Giampiero Boniperti. Basta il suo nome per pensare alla Juve, al suo stile, alla voglia di vincere sempre e comunque, al cuore lanciato oltre l’ostacolo e alla classe senza limiti di un calciatore bandiera più di tutte le bandiere bianconere.

Dopo di lui arrivarono prima l’oriundo Omar Sivori dal sinistro magico e dal carattere ribelle. I grandi della difesa a partire da Gaetano Scirea, Stefano Tacconi e Antonio Cabrini, fino ad arrivare al capitano nella nazionale campione del mondo nel 1982, Dino Zoff e al capitano del 2006 Fabio Cannavaro. E poi Michel Platini, Zinédine Zidane e ultimo Alessandro Del Piero, colui che sembra essere destinato a seguire lo stesso percorso di Boniperti.

progetto vincente juventus calcio
La signora è tornata

Un progetto vincente di rinascita

Dopo il campionato di Serie B la Juventus calcio ha ripreso il proprio destino in mano e ha iniziato a progettare il ritorno nel calcio che conta. La proprietà e la dirigenza ha deciso di puntare sulla costruzione di un nuovo e moderno stadio di proprietà che consentisse di stare al passo con i moderni criteri economici legati al mondo del pallone.

Nel frattempo si lavora per costruire una squadra che diventi sempre più competitiva in modo da arrivare da vincente all’appuntamento col nuovo terreno di gioco. Nel 2011 la grande svolta con l’inaugurazione dello Juventus Stadium e l’arrivo di Antonio Conte sulla panchina dei bianconeri.

Da quel momento in poi la cavalcata dei bianconeri è stata inarrestabile con 4 scudetti consecutivi, Coppa Italia, Supercoppa italiana fino ad arrivare incredibilmente in finale di Champions League fermata solo dagli extraterrestri del Barcellona.

Una società organizzata e proiettata verso il futuro come la Juventus poteva mica accontentarsi di questo traguardo? Assolutamente no! Quindi con i soldi guadagnati grazie alla Champions sono arrivati già campioni del calibro di Khedira e Dybala per continuare a fare la cosa che riesce meglio alla Juventus: vincere.

Fonte: www.sky.it/abbonarsi/offerta/juventus-fc-calcio.html